16388342_10211732314652740_4532182304222684727_n.jpg

Ciao sono Andrea Giuffredi. Il mio lavoro (e la mia passione), è quello di guidare, supportare ed aiutare le persone a vivere meglio e più serene e felici, attraverso l’ascolto, il dialogo e diversi strumenti strategici, di meditazione e di coaching umanistico.

Aiuto le persone allenandole a dare il meglio di sé per ottenere miglioramenti nella propria vita. Per poter liberarsi di quello stress quotidiano dato dal sentirsi fuori luogo, insoddisfatti o al di sotto delle proprie risorse o potenzialità.

In passato ho sofferto di ansia patologica e di attacchi di panico; un brutto disturbo. Per questo motivo ho dovuto fare delle scelte importanti che hanno cambiato in meglio la mia vita. Ora aiuto le persone con corsi di gruppo e percorsi individuali a raggiungere i propri obiettivi e desideri, trasferendo la mia esperienza, i miei studi e la continua sperimentazione e ricerca. Tutto ciò che dico nei corsi e percorsi, che deriva anche da profondi studi scientifici, l’ho prima vissuto e sperimentato su me stesso. 

Un mio motto è: studia, fai, comprendi; e poi insegna.

Mi rivolgo a quelle persone che credono di poter raggiungere una vita migliore, anche se sanno che non è sempre semplice. A quelle donne e quegli uomini che combattono per le proprie idee e per un mondo migliore per sé e per gli altri. 

Non voglio certo parlare della concorrenza, ma sicuramente una cosa posso dirtela: ho passato dei momenti bui nella mia vita e per uscirne ho dovuto cambiare molte cose e fare delle importanti scelte; nessuno mi ha regalato nulla. Questo mi ha reso una persona migliore rispetto a prima e mi ha dato maggior consapevolezza, umiltà, coraggio, determinazione, forza, serenità e felicità.

aiuto1.jpg

Ora aiuto le persone a raggiungere i propri obiettivi di crescita e felicità, lavorando sul potenziale umano che tutti noi possediamo, seppur in misura diversa. Chi l'ha detto che occorre sempre soffrire, faticare e sistemare esclusivamente ciò che non va in noi? La filosofia che adotto nei miei interventi di coaching è proprio quella di fare affidamento su ciò che ci appartiene interiormente e che sappiamo fare al meglio, colmando i punti deboli se rappresentano un ostacolo allo sviluppo dei punti di forza o al raggiungimento dei propri obiettivi. 

In questo modo possiamo migliorare la nostra forza interiore, la nostra autostima ed in definitiva, la nostra vita personale e relazionale.

I BISOGNI DELLE PERSONE CHE INCONTRO NEI PERCORSI:

È una persona stanca di essere infelice o di vivere al di sotto delle proprie capacità e potenzialità. Una persona stanca di subire, di dimostrare agli altri, di aver paura d’esser giudicata o di sentirsi in colpa senza aver fatto nulla di male. Una persona con il desiderio di cambiare, migliorare e dare una svolta alla propria vita.

I DESIDERI DELLE PERSONE CHE INCONTRO NEI PERCORSI:

Voglia di svoltare, di ripartire, di riscattarsi, di cambiare, di diventare grandi, di rifarsi una vita, di amare, di vivere, di creare, di sognare, di ambire, di ricominciare, di volare, di sapere, di conoscere, di imparare, di gioire, di saltare, di stare bene, di essere felici, di osare, di progettare, di allontanare chi fa del male, di stupire, di viaggiare, di costruire, di lasciarsi andare, di ripartire da sé, di conoscere persone, di farsi degli amici, di scegliere e decidere, di combattere per un ideale, di dimostrare a sé, di condividere, di aiutare.

Slide vendita - I tre pilastri dell'autostima.001.jpeg

LA MIA STORIA:

Dalla scrivania di Andrea Giuffredi, classe 1978.

Ho un passato di forte ansia ed attacchi di panico, iniziai a soffrirne nel 1999. Un periodo buio della mia vita in cui sono stato messo a dura prova. Penso che non ci sia cosa peggiore di una psicopatologia quando questa limita fortemente la tua vita, le tue relazioni e i tuoi progetti.

Nonostante questo problema opprimente, sono sempre stata una persona positiva e combattiva. Tempo dopo mi resi conto che il problema è nato perché per anni avevo ignorato me stesso, cercando di conformarmi agli altri, diventando poi come una pentola a pressione pronta a scoppiare. Mi sono sempre concentrato sui miei punti deboli, su ciò che non andava, tralasciando quelle che sono le mie potenzialità e le mie caratteristiche positive ed uniche.

Ti è mai capitato di sentire la stessa cosa?

Ho sempre cercato riposte al di fuori di me stesso ma l'unico luogo in cui non avevo mai veramente guardato era dentro me stesso: le risposte erano proprio lì.

Dopo tanti anni dal mio primo attacco d’ansia e dopo tanto studio, una laurea in psicologia e parecchio lavoro su me stesso, ho deciso di lasciare un lavoro sicuro per dedicarmi alla mia attività di coach. Lasciare il lavoro a tempo indeterminato, in piena crisi economica, non è stato semplice, lavoravo in un'azienda di servizi pubblici, un lavoro decoroso e con uno stipendio medio. Difficilmente potevano schiodarmi da là. Quando presi la decisione molti rimasero stupiti, ma io ancor più di loro. Rimasi sorpreso di come le persone ritenessero, nei loro discorsi, più importante un’apparente sicurezza piuttosto che il proprio benessere emotivo e mentale. Diverse persone, tra cui amici, mi dissero: «Ma ci hai pensato bene?», «Ma sei matto?», «Sei sicuro?». Come se la sicurezza fosse sempre garantita. Purtroppo la sola sicurezza che abbiamo è che non c’è sicurezza. Possiamo indossare qualunque corazza ma quando arriva il momento del cambiamento, questo va affrontato con un atteggiamento giusto.

Alle persone che mi chiesero se fossi sicuro di quello che volevo fare, risposi: «Sì, ho deciso di dedicarmi anima, corpo e al cento per cento su ciò che ho costruito col tempo e che sento mio»

Ho imparato che occorre essere coerenti con se stessi e poi trovare il coraggio di fare delle scelte di vita, anche se a volte possono spaventare. Anche io prima di prendere la decisione di lasciare il lavoro ero timoroso, ma credimi che nel momento in cui si accende la passione, questa diventa come un motore che ti spinge in modo deciso nella direzione che hai scelto. La cosa importante è lasciare che siano i valori e i sentimenti positivi a guidare le proprie azioni e non la paura. Sono fermamente convinto che tutti possano seguire e trovare veramente ciò che vogliono o che sentono nelle proprie corde. Non è facile, le persone mi dicono spesso. Sì è vero, non lo è, ma del resto la vita non è sempre facile. Il concetto è questo: se si passa tutta la vita a ripetersi che non è facile, questa diventa una legge rigida che ci rende statici. Alla fine credo che non sia nemmeno facile mentire a se stessi e questa cosa purtroppo, sembra che sia diventata la normalità.

Non è mai troppo tardi per svoltare ed essere felici e non c’è nulla di male ad affidarsi a chi ci può aiutare nel modo giusto, quando è il momento, perché in fondo non siamo supereroi, tutti abbiamo bisogno degli altri.

Questa è parte della mia storia personale che ho voluto condividere con te. Sono sicuro che anche tu hai superato tanti ostacoli e passato momenti difficili, come capita sempre nella vita.

Avanti tutta per essere felici! 

 CLICCA QUA SE VUOI CONOSCERE LA MIA FORMAZIONE SPECIFICA E CHE COS'È IL COACHING UMANISTICO

3.png
4.png
Privacy Policy

CONTATTAMI QUA SOTTO PER CHIEDERMI INFORMAZIONI

Nome *
Nome
Il tuo nome
Scrivi il tuo messaggio

Intervento al Talk Show televisivo 18e20 a Salsomaggiore Terme. Parlo di Coaching e del mio metodo di accompagnamento e trasformazione personale.